Il Movimento 5 Stelle di Orvieto va giù duro, "tutti hanno copiato parti del nostro programma per rifarsi una verginità politica"

3' di lettura 30/04/2014 - Il candidato sindaco del Movimento 5Stelle Orvieto rilancia la polemica sui programmai elettorali depositati dalle varie liste all’albo pretorio del Comune. “Ci potevamo scommettere che il nostro programma poteva essere fonte d’informazione per le liste che vogliono rifarsi una verginità” ha spiegato Lucia Vergaglia.

Lucia Vergaglia, candidata sindaco per i penta stellati, non le manda a dire e svela il programma della lista che fa riferimento a Grillo pubblicato sull’albo pretorio del Comune. Secondo la Vergaglia ci sono stati tanti avvoltoi che hanno preso le idee e le hanno fatte proprie e, “per questo abbiamo in work in progress il programma e ci siamo tenuti alla larga dal pubblicare le nostre soluzioni ad alcuni problemi spinosi della città in attesa delle presentazioni dei copia&incolla elettorali da parte di amministrazione ed opposizione uscente e le tante liste civiche artificiali, portatrici d’acqua ai candidati Concina e Germani.

Il programma a 5 Stelle pubblicato è infatti incompleto. Mancano gli ultimi tre punti presentati invece assieme al materiale elettorale per la pubblicazione sull'albo pretorio. Abbiamo di proposito lasciato vacanti i punti relativi all'identità locale e alla cultura per la quale pretendiamo ci sia un assessorato - ha spiegato la candidata pentastellata - e le priorità che per noi sono partecipazione, risparmio e sviluppo. Ma adesso andiamo oltre, possiamo essere molto contenti. Abbiamo già ottenuto delle vittorie, li abbiamo costretti ad impegnarsi, almeno a parole, su di un programma che è il nostro programma da oltre un anno consultabile (e copiabile) su http://orvietocivica.com/programma/ e nei vari approfondimenti che abbiamo più volte presentato negli incontri e riportato sul nostro blog.

Di copiare i nostri metodi con i candidati che fanno spuntare profili twitter o facebook, che cercano di fare raccolta fondi sul web e che cercano di fare Seo lo immaginavamo, nella copia del programma invece ci speravamo. Ci auguriamo che dopo le elezioni ci diano anche una mano a realizzarlo, ma sappiamo che non sarà così, sia che vincano che se saranno alla nostra opposizione. Naturalmente noi chiederemo: Dove eravate? Perché queste cose le avete nel programma nuovo? Non avreste potuto farlo prima? Ripetiamo: Voi dove eravate? Noi vi vedevamo in Comune, eravate troppo presi da altro? E con noi lo chiederanno i tanti cittadini". Durissimo,poi, l’attacco contro le liste civiche e in particolare contro una lista definita civetta, “il punto comunque, aggiungono dal MoVimento, non è il programma, bensì la credibilità di volerlo realizzare.

Questa credibilità nè la maggioranza uscente nè l’opposizione possono vantarla, e men che meno le varie liste civiche portatrici d’interessi personali o di frammentazione di voti. Per non parlare della lista civetta, quella non è credibile sotto nessun punto di vista”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-04-2014 alle 06:25 sul giornale del 02 maggio 2014 - 725 letture

In questo articolo si parla di cultura, politica, liste civiche, orvieto, sviluppo, risparmio, partecipazione, Movimento 5 Stelle, programma elettorale, identità, Toni Concina, Giuseppe Germani, articolo, lucia vergaglia, liste civetta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3iy


massimo maggi

12 maggio, 17:15
e che vuoi commentare. il 5 stelle orvietano si commenta da solo.